home2

 

CONOSCITORE DI UOMINI

Nunzio Roncalli con i Vescovi Francesi

 

Quando mons. Roncalli lascia la Francia all'inizio del 1953, dopo la nomina a Patriarca di Venezia, tutta la simpatia del popolo francese è con lui. E al pranzo d'addio tocca proprio ad Herriot, un radicale con fama di anticlericale, spiegare le ragioni del prestigio acquistato da Roncalli in Francia: "Il popolo francese non dimenticherà la bontà, la delicatezza del tratto, le prove di amicizia ricevute, avendovi conosciuto non ,soltanto nelle vesti di un diplomatico, ma di un antico che ha visitato la Francia spingendosi fino alle coste africane, studioso di pagine antiche ed insieme conoscitore di uomini. Il popolo francese, non privo di difetti, si lascia sedurre dalla bontà del cuore: tanta bontà ha riscontrato nel Nunzio, questo italiano francesizzato, e a voi si è aperto cordialmente".

Ed il 15 gennaio 1953, quando il presidente Auriol gli impone la berretta cardinalizia, come la tradizione consente ai capi di Stato di alcuni paesi cattolici, l'Eliseo fu teatro di una scena indimenticabile: nel momento in cui Roncalli si inginocchia per ricevere la berretta il presidente fa l'atto di fuggire; poi, mentre il capo protocollo gli lancia occhiate fulminanti, Auriol si china sul Cardinale e gli dice con voce tremante: "No, Eminenza, si alzi, si alzi: ,sono io che debbo inginocchiarmi davanti a lei..."

 

Elenco Principale ►►►

 


 

fb

 

 

PONTIFICIO ISTITUTO MISSIONI ESTERE - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 035/791101
Sito Ufficiale della casa di Papa Giovanni XXIII - Sotto il Monte Bergamo - Privacy Policy