LA VITA

 

Papa Giovanni XXIII

NASCITA E PRIMI ANNI DI VITA IN FAMIGLIA

EDUCAZIONE AL SACERDOZIO

ORDINAZIONE E PRIMI ANNI DI SACERDOZIO

SERVIZIO MILITARE NELLA GRANDE GUERRA

PRIMO INCARICO NAZIONALE

NEL CORPO DIPLOMATICO DELLA S. SEDE

PATRIARCA DI VENEZIA

ELEZIONE E PONTIFICATO

PELLEGRINAGGIO A LORETO ED ASSISI

CONCILIO

PREMIO BALZAN

UDIENZA AL GENERO DI KRUSCEV

L’ENCICLICA PACEM IN TERRIS

LA MORTE

BEATIFICAZIONE

TRASLAZIONE DEL CORPO

 

Alexej Adjubei, con la moglie Rada figlia del capo sovietico Nikita KruscevIl 7 marzo 1963 prese il coraggio d'iniziare il disgelo con l'Unione Sovietica ricevendo personalmente nel suo studio privato in Vaticano Alexej Adjubei, con la moglie Rada figlia del capo sovietico Nikita Kruscev.

 Rada emozionata e felice disse a papa Giovanni: " Lei ha le mani grosse e nodose dei contadini, come quelle di mio padre".

Alla fine dell'incontro papa Giovanni disse al suo segretario: "Può essere una delusione, oppure un filo misterioso della Provvidenza che io non ho il diritto di rompere". La storia ha dimostrato la presenza di quel filo.