CON LA MISSIONE SEMPRE NEL CUORE

Papa Giovanni cuore missionario

 

Quando il 28 ottobre 1958 fu annunciata dalla loggia esterna di S. Pietro l'elezione al sommo pontificato del Card. Roncalli, coloro che conoscevano bene la vita e il pensiero del nuovo Papa furono concordi nel prevedere che Giovanni XXIII sarebbe stato un Pontefice missionario. Se l'inizio ufficiale dell'attività missionaria di Angelo Giuseppe Roncalli risale al 1921, quando è chiamato a Roma dal card. Van Rossum a dirigere l'organizzazione italiana delle Opere Missionarie, il suo interessamento alle missioni risale a ben prima.

Il 21 aprile 1961, al termine di una riunione della Commissione delle Missioni preparatoria al Concilio, il Papa disse confidenzialmente che aveva ritrovato alcuni suoi appunti spirituali di quando, quindicenne, studiava al seminario di Bergamo; in essi c'era il proposito di pregare sempre ed intensamente il Signore per i "fratelli separati" e per le necessità delle missioni, poiché, aggiungeva, proprio in quegli anni aveva incominciato ad interessarsi dell'opera missionaria attraverso pubblicazioni specializzate. Nella diocesi di Bergamo, don Roncalli fu animatore solerte della cooperazione missionaria ed è certo per questa sua particolare sensibilità, oltre che per le elette doti di mente e di cuore, che Benedetto XV lo chiamò a Roma nel 1921, nominandolo Direttore dell'Opera della propagazione della Fede in Italia, con l'incarico di riorganizzare l'Opera stessa nel nostro paese.

 

Elenco Principale ►►►