LA NUOVA PRIMAVERA

DEL CONCILIO ECUMENICO

Papa Giovanni XXIII nomina 23 vescovi

 

Qual è l'immagine un poco abusata che la gente ha di Giovanni XXIII? Quella del Papa bonaccione. Ma è un'immagine che non spiega la personalità di Angelo Roncalli, che era sì buono, ma anche uomo di grande cultura e capace di decisioni che segneranno la vita della Chiesa. Grave errore di prospettiva sarebbe guardare a Giovanni XXIII come ad un Papa che esaurisse nella bonarietà e nella battuta pronta, tutta o gran parte della sua personalità. Non sarebbe stato, in questo caso, un grande Papa.

Mentre in realtà lo è stato, eccome! Basterà ricordare alcuni dei suoi atti di governo più notevoli, per vedere come realmente egli ha avuto un suo preciso piano d'azione, e ha saputo realizzarlo con una rapidità e un'energia che sorprenderebbero anche in uno molto più giovane di lui. Il 17 novembre 1958, l'Osservatore Romano dà l'annunzio che il nuovo Papa, nel Concistoro del 15 dicembre, avrebbe creato 23 nuovi Cardinali, tra cui il primo africano, e di fatto gli stranieri diventano l'assoluta maggioranza rispetto agli italiani: il Sacro Collegio viene così maggiormente internazionalizzato.

 

Elenco Principale ►►►